MENU

X

TRAME BALLETTI SCHIACCIANOCI

Schiaccianoci storia di Clara una bambina che riceve in regalo per Natale una bambola e si addormenta su una sedia e incomincia a sognare

 

6 / 18 DICEMBRE 1892

 TEATRO MARINSKY DI SANPIETROBURGO

Balletto in due atti

Cor. Lev Ivanov-Marius Petipa

Mus. Piotr I. Ciaikovsky

 

I Atto.

E' la vigilia di Natale, all'inizio del XIX secolo.

Il ricco sindaco, dottor Stahlbaum, dàuna festa per i suoi amici e per i loro figli.

I ragazzi si divertono e danzano in eccitata attesa dei regali.

Il signor Drosselmeyer, vecchio amico di famiglia, arriva portando i doni per i bambini e li trattiene con giochetti di prestigio.

Clara, la sua prediletta, riceve uno schiaccianoci.

Suo fratello Fritz per farle dispetto glielo rompe, ma il signor Drosselmeyer provvede subito a ricomporglielo.

Arrivano i parenti, si uniscono alle danze, quindi Clara, sentendosi molto stanca, si addormenta su una sedia e incomincia a sognare.

La sala e l'albero di Natale assumono proporzioni enormi.

Una frotta di topi cerca di impadronirsi dello schiaccianoci e Clara accorre in suo aiuto scagliando contro i topi, per distrarli, le sue bambole preferite

Lo schiaccianoci improvvisamente prende vita e al comando dei suoi soldati si unisce a lei nella battaglia contro i topi e il loro capo, il re Topo.

Lo schiaccianoci e il re Topo restano soli sul campo. Disperata Clara lancia la sua scarpetta contro il re Topo.

Colpito, il re Topo cade morto e ha luogo un'improvvisa trasformazione:lo schiaccianoci si rivela un giovane e meraviglioso principe.

 

 II Atto.

Clara e lo schiaccianoci, cioèil Principe, sono trasportati in una grotta incantata.

Qui Clara èterrorizzata dai pipistrelli, ma, quando il Principe interviene a rincuorarla e proteggerla, si accorge che essi altri non sono che la sua famiglia e i suoi amici, cosìtrasfigurati dal suo incubo.

La grotta si trasforma misteriosamente nel teatro-giocattolo di Clara, dove molte delle sue bambole preferite prendono vita e danzano in un'atmosfera di felicità.

Il sogno èterminato, Clara èsvegliata dalla madre e dal padre, mentre, concluso il ricevimento, gli invitati si accommiatano. Clara rimane sola, affascinata dal ricordo delle sue avventure

INDIRIZZO:

Via Dandolo 51
21100 Varese

CONTATTI:

Email:soniafusco@foyerdelladanza.com
Tel:+390332238600

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

FOYER DELLA DANZA Via Dandolo 51 Varese P.iva 01369370125