MENU

X

FESTIVAL E GIORNATE DELLA DANZA

Percorsi di Danza

OMAGGIO A PINA BAUSCH 
MOSTRA ALLA FENICE

VENEZIA
In occasione dei dieci anni dalla scomparsa, Il Teatro La Fenice ricorda e celebra Pina Bausch (1940-2009) con una retrospettiva sui suoi anni veneziani, organizzata dall’Archivio storico della Fondazione Teatro La Fenice e curata da Franco Bolletta, responsabile artistico e organizzativo delle attivitàdi danza. Pina Bausch. Gli anni veneziani–questo il titolo dell’esposizione –resta aperta da domenica 9 giugno a domenica 14 luglio 2019 e saràfruibile nel tradizionale percorso delle visite guidate al Teatro La Fenice e durante tutte le rappresentazioni nella sala di Campo San Fantin.
 
Saranno in mostra le foto di scena degli spettacoli che la danzatrice e coreografa del Tanzthater Wuppertal ha allestito in Fenice dal 1981 al 2007, immagini che permetteranno di ripercorrere quindi le tappe piùimportanti della Bausch e della storia del teatro-danza:da Kontakthof, nato nel 1978 e in scena a Venezia nel luglio del 1981, passando per la celebre passeggiata Nelken (1983) che ancora oggi viene replicata in tutto il mondo;oppure Blaubart (1985) che riprende l’opera lirica Il castello del duca Barbablùdi Bartók e la fiaba di Charles Perrault;e ancora l’applauditissimo CaféMüller sulla musica di Henry Purcell (1985), Das Frühlingsopfer (1985), Bandoneon (1985), Viktor (1992), Für die Kinder von gestern, heute und morgen (2005);fino al recentissimo Água (2007) che si ispira alle atmosfere brasiliane e viene danzato, con i costumi di Marion Cito, sui video di Peter Pabst:èquesto l’ultimo titolo della Bausch presentato a Venezia, messo in scena pochi mesi dopo aver ricevuto il Leone d’oro alla carriera per la danza.
 
 
ROBERTO BOLLE E FRIENDS

Il 16 e 17 luglio 2019 torna, a grande richiesta, Roberto Bolle and Friends, la serata evento dedicata alle stelle della Danza internazionale!
 
L'evento si conferma un immancabile omaggio all’intramontabile eleganza del balletto di repertorio e alla creativitàdella danza contemporanea, pronta a ripetere lo straordinario successo che vede ogni volta l’Arena gremita di ammiratori in visibilio per il proprio beniamino e per i piùgrandi interpreti provenienti dalle migliori compagnie internazionali.
LA PRIMA MOSTRA DEDICATA A ISADORA DUNCAN 
FIRENZE

Dal 13 aprile al 22 settembre 2019 a Villa Bardini e al Museo Stefano Bardini.
Per la prima volta in Italia la danzatrice americana Isadora Duncan èprotagonista di una mostra dedicata a lei e agli artisti italiani che ne hanno subito il fascino e la suggestione. Dal 13 aprile al 22 settembre a Villa Bardini e al Museo Stefano Bardini èallestita l’esposizione “A passi di danza. Isadora Duncan e le arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia”, a cura di Maria Flora Giubilei e Carlo Sisi, in collaborazione con Rossella Campana, Eleonora Barbara Nomellini e PatriziaVeroli, promossa da Fondazione CR Firenze e da Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, con il patrocinio del Comune di Firenze, in collaborazione con il Museo Stefano Bardini.
 
Dipinti, sculture e documenti fra i quali fotografie inedite ripercorrono il legame della fondatrice della danza moderna con l’Italia e l’influenza che ebbe nel contesto internazionale. I 175 pezzi sono esposti su due piani di Villa Bardini e una speciale sezione dedicata alle grandi sculture e dipinti èinvece allestita nel Museo Stefano Bardini. Ribelle ad ogni convenzione e di forte carisma, Isadora si distinse per il suo danzare svincolata da condizionamenti sociali. 

INDIRIZZO:

Via Dandolo 51
21100 Varese

CONTATTI:

Email:soniafusco@foyerdelladanza.com
Tel:+390332238600

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

FOYER DELLA DANZA Via Dandolo 51 Varese P.iva 01369370125