MENU

X

IL TEATRO METROPOLITAN

Il Metropolitan, fu inaugurato la sera del 22 ottobre 1893 col "Faust" di Gounod. L'intera stagione, venne cantata in italiano. La prima novità assoluta, fu la Gioconda di Ponchielli. La fama del bel canto italiano e la celebrità della Scala facevano testo.

Settembre 1953

Un'opera varata a Milano era garanzia di successo. Gli stessi interpreti e gli illustri direttori d'orchestra:Guarnieri, Marinuzzi, Toscanini.
Tra il 1886 e il 1887, si ebbero i Maestri Cantori, Tristano e Isotta, e Siegfried.

Wagner era morto da due anni e questi spettacoli ebbero la solennitàdi una vera celebrazione.
L'Oro del Reno seguìpiùtardi nel 1889 durante ben due riprese dell'intero Anello del Nibelungo.
Nella realizzazione sinfonica e scenografica della Tetralogia, gli americani intuirono quanto vi ècosmico nel mito wagneriano, ma ritornavano con spirito pioniero alle immediatezze di Verdi e all'intimo romanticismo di Puccini.
Avevano sentito l'Aida e il trio Don Giovanni, Nozze di Figaro e Flauto magico, ma ai piùla musica di Mozart faceva l'effetto della pittura di Raffaello:mancava qualcosa.
Fra il 1900 e il 1901, si rappresentarono Bohéme e la Tosca dirette da Toscanini. Puccini fu coperto di gloria. Tra il 1904 e il 1908, vi furono Parsifal e Salomé. Il Metropolitan velocemente si aggiornava del tempo in cui non esisteva. Ma il vero pontificato fu quello di Giulio Gatti Casazza dal 1908 al 1936.

Mentre gli altri impresari erano rimasti sul podio tre o quattro anni, egli tenne la bacchetta del comando per ventisette, non superato dal suo successore Edward Johnson che resse le sorti del Metropolitan dal '35 al '50.
Gatti Casazza fu un benemerito della lirica per l'Europa e per l'America. Durante i suoi ventisette anni di dittatura egli ha presentato 103 novitàbattendo il record di mettere in scena 43 opere durante una stagione portata al massimo di 24 settimane e mantenendo questo ritmo per molti anni, ormai il suo nome fa parte della storia del Metropolitan.
Egli ha esplorato l'etàclassica comprensiva da Gluck e Beethoven a Wagner col fenomeno Mozart - Rossini, ed ha tenuto a battesimo opere durante una stagione portata al massimo di 24 settimane e mantenendo questo ritmo per molti anni;ormai il suo nome fa parte della storia del Metropolitan.

105

INDIRIZZO:

Via Dandolo 51
21100 Varese

CONTATTI:

Email:soniafusco@foyerdelladanza.com
Tel:+390332238600

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

FOYER DELLA DANZA Via Dandolo 51 Varese P.iva 01369370125