Ultime visitate

COPPELIA
LA BALLERINA E COREOGRAFA ISADORA DUNCAN
LA NASCITA DEI SIPARI
A TERRE ESERCIZI DA TERRA
   Musica gran bretagnastampa

MUSICA IN GRAN BRETAGNA
Settembre 1953


Allora l'unica orchestra permanente di tutta la Gran Bretagna era quella di Manchester, dove nel 1850, alcuni cittadini illuminati invitarono Karl Hallè a dirigere una regolare serie di concerti.

A quell'anno risale l'esistenza della famosa "Halle" la terza orchestra del mondo, in ordine di tempo. Ne è a capo John Barbirolli.
musica gran bretagna

Il caso di Halle e dell'orchestra che porta il suo nome, è tipico della situazione orchestrale britannica di quell'epoca.
Halle venne scritturato perchè proveniva da un paese che aveva una solida tradizione di musica orchestrale, e fatto non meno significativo, anche la maggior parte dei suoi suonatori, provenivano dal continente - Francia, Belgio, Germania e Italia. Lo stesso accadeva per il personale e per i direttori delle altre orchestre (non permanenti); tra questi ultimi il francese Julien, l'italiano Costa e i due tedeschi Manns e Richter.
Era una situazione simile a quella attuale degli stati uniti.
Negli anni intorno al 1890 questo quadro cominciò a mutare. Nel 1897 il direttore d'orchestra inglese Dan Godfrey creò la prima orchestra municipale nel centro balneare di Bournemouth.
Pochi anni prima Henry Wood aveva dimostrato di essere un musicista straordinariamente dotato per addestrare un'orchestra con metodi profondamente professionali.
Si deve in gran parte all'opera infaticabile di Wood se a poco a poco si cominciò a richiedere la prestazione di orchestrali inglesi, e se si sviluppò una scuola di musica orchestrale.
Il nome di questo direttore sarà sempre associato ai "Promenade Concerts" dati per la prima volta alla "Queen Hall" di Londra, e poi alla "Royal Albert Hall".

Questi concerti, giunti ora alla 58.stagione, sono unici in quanto ogni estate, nello spazio di otto settimane, presentano una visione panoramica della musica orchestrale da Bach ai moderni e godono di immensa popolarità specialmente tra i giovani. Wood li iniziò con un'orchestra specialmente formata a questo scopo, la "Queen's Orchestra", che però non fu un'istituzione permanente fino al 1904, in quell'anno 40 suonatori che ne facevano parte si organizzarono nella "London Symphony Orchestra", la prima orchestra della capitale che si sia ininterrottamente mantenuta in vita fin dalla sua fondazione.
Formata sul modello di una "repubblica orchestrale" come la Filarmonica di Vienna, creata un secolo e mezzo prima, essa dà i e suoi concerti scritturando di volta in volta i direttori d'orchestra. Fino al 1930, le più importanti orchestre permanenti britanniche furono la Halle e la London Symphony Orchestra; nel 1939 la British Broadcasting Corporation fondò sotto la direzione di Adrian Boult, la propria orchestra sinfonica, che può essere definita la vera orchestra nazionale britannica.
L'omogeneità di stile, è assicurata dal fatto che la maggior parte dei suonatori, ed il primo direttore - Malcolm Sargent - vengono assunti con contratti a lunga scadenza. Fin dalla sua fondazione, però si è seguito il sistema di invitare sporadicamente alcuni direttori d'orchestra stranieri, per darle la varietà e lo stimolo di nuove esperienze.
In testa a questi direttori, è il nome di Toscanini, e fra gli altri vi sono quelli di Walter, Kleiber, Klemperer, Kubeli, Monteux e Arsermet.
Indubbiamente questa orchestra, in virtù delle sue rappresentazioni settimanali alla radio, ha resoa incalcolabili servizi alla elevazione del gusto e della cultura musicale.
Anche la "corporation's Northern Orchestra" che ha sede a Manchester e la "corporation's Scottish Orchestra" di Glasgow hanno molto contribuito a diffondere l'amore per la buona musica orchestrale.
Nel frattempo Sir Thomas Beecham, il maggiore direttore d'orchestra inglese, formò la propria organizzazione con la "London Philarmonic Orchestra (1932) che nel 1939 si trasformò in un organismo autonomo simile alla "London Symphony Orchestra"

 



Forse potrebbe interessarti anche:

stagione teatrale milano 1953
Il nuovo anno musicale milanese ha gi cominciato a muovere i primi timidi passi. Tra le societ concertistiche di qui la prima a rompere il ghiaccio stata l'ARC che si fatta avanti con un concerto di quell'eccezionale complesso belga per la realizzazione del patrimonio musicale del passato che ha nome Pro musica antiqua.
MILANO CRONACHE SPETTACOLO 1953
Milano Cronache dello spettacolo settembre 1953 ospite del teatro alla scala il New York city ballet diretto da Balanchine
CRONACHE SPETTACOLI DEL BELGIO STAGIONE TEATRALE 1953
Stagione teatrale Belgio cronache degli spettacoli del 1953, concorso internazionale musica regina elisabetta








Ultime aggiornate

SPETTACOLI DI DANZA NEI TEATRI MILANESI
FESTIVAL E GIORNATE DELLA DANZA
BALLETTI TEATRO ALLA SCALA